La mimica di Silvio Orlando ne “Il Nipote di Rameau” incanta il Donizetti

BERGAMONEWS – QUOTIDIANO ON LINE

Silvio Orlando e la Cardellino Srl portano in scena al Donizetti “Il Nipote di Rameau”, commedia settecentesca di Denis Diderot: il nostro Pap plaude alla mimica e alla recitazione dell’attore napoletano che meriterebbe un Donizetti più pieno di quanto fosse all’esordio.

Denis Diderot è stato un filosofo del settecento, uno dei cervelli che ha fondato l’illuminismo europeo, eppure sentì l’esigenza di intingere la penna nel calamaio per scrivere “Le Neveu de Rameau” per analizzare la società contemporanea, quasi come se avesse voluto dare un avviso al mondo sul degrado corrente e sul sistema morale sempre più in declino.

Scrive e si trasporta in scena un dialogo con tale Rameau, nipote di un famoso musicista, anch’egli musico da strapazzo senza talento, avvezzo al nullafare e alla birra sempre pagata dagli altri, alla frequentazione dei bordelli e all’analisi disincantata del mondo. Il tutto avviene in un’osteria dove faccenda una cameriera e suona, anche troppo, un clavicembalo.

Diderot porta in scena uno specchio di se stesso al contrario, come se avesse voluto creare un personaggio in grado di smontare lo status quo della sua immagine, del suo rigore e della sua logica.

Read More